Come tutti gli eventi di aggregazione anche la meravigliosa esperienza di Tavolara arrivata al suo virtual trentesimo anno di vita, vive sospesa in attesa della sviluppo della situazione sanitaria e dei tanti protocolli che regoleranno anche gli eventi all’aperto. Eppure non si ferma, non resta immobile sbarca di nuovo a Tavolara e aderisce all’iniziativa Cinema da casa in collaborazione con Sardegna Film Commission, Alice nella città, l’Area marina protetta di Tavolara – Punta coda cavallo e Le isole del cinema

Il Live streaming sarà pubblicato sulla pagina Facebook Festival del cinema di Tavolara, domenica 24 maggio dalle ore 20:30. 

La diretta sarà curata da Marco Navone, anima storica del Festival, in collegamento dall’Isola. 

Dopo un’introduzione con le immagini dell’arrivo sull’isola inizierà la proiezione. Interverranno Piera Detassis Direttore Artistico del festival, i volti storici Geppi Cucciari e Neri Marcorè e Augusto Navone, Direttore dell’Area marina protetta. In testa lo spot TAVOLARA MON AMOUR di Peter Marcias, come dice l’autore “la mia lettera d’amore e d’affetto al festival più curioso del mondo”; a seguire i corti ECCOMI (FLAMINGOS) di Sergio Falchi e SONUS di Andrea Mura, introdotti dai registi.

Chiuderà EFFETTO RISERVA … UN ANNO DOPO, video realizzato dall’Area marina protetta di Tavolara Punta Coda Cavallo, con il sostegno della Fondazione di Sardegna.

La programmazione ha voluto considerare la produzione filmica made in Sardegna e ha attinto dal progetto Visioni Sarde, nato nel 2014 all’interno dello storico Festival bolognese visioni italiane, come vetrina per il cinema di qualità “Made in Sardegna” e strumento di valorizzazione dei giovani talenti attraverso la rete dei circoli sardi.

L’Associazione Argonauti, promotrice dell’evento, con questa piccola azione, vuol dare un segnale di ripresa all’uscita da uno dei periodi più bui della nostra storia nazionale e particolarmente drammatico per il comparto del cinema e dello spettacolo dal vivo in generale. Viva il cinema.